E’ un negozio di alimentari o un bar?

Ti ricordi il negozio di alimentari giù all’angolo?

Sì, ci compro sempre pane, salumi e formaggi.

Hai visto che hanno messo tavoli e sedie? Se uno vuole può consumare lì.

Sì, ho visto, sembra di essere in un bar.

Il confine tra vendita di prodotti alimentari – con possibilità di consumo sul posto in negozio – e somministrazione nei tradizionali pubblici esercizi (bar), è diventato sempre più sottile. I gusti cambiano, e così anche l’offerta si adegua, puntando su proposte più veloci da consumare, in ambienti accoglienti e conviviali.

Come spesso accade, norme e procedure burocratiche sono ancora arretrate rispetto all’evoluzione del mercato, e anziché fare chiarezza, si aggiunge ulteriore complicazione per imprese e autorità di controllo. Quali arredi si possono usare? Serve il servizio igienico per il pubblico? Si può fare servizio al tavolo? Quali prodotti si possono offrire? Chi può cucinare e chi solo vendere? Sono tante le domande e le incertezze ancora non risolte.

Negozi di alimentari, gastronomie, laboratori artigianali, bar e ristoranti si assomigliano sempre di più, ma formalmente sono ancora soggetti ad autorizzazioni diverse. Questo è il problema. Nell’attesa che si portino a compimento le liberalizzazioni che Bersani aveva introdotto nel 2006, dalle stanze dei ministeri il dibattito si è spostato sui tavoli della giustizia amministrativa, impegnata quotidianamente a distinguere ciò che ormai sta diventando indistinguibile.

Il mio ultimo libro, “CONSUMO SUL POSTO DI ALIMENTI E BEVANDE TRA VENDITA E SOMMINISTRAZIONE”, edito da Wolters Kluwer, analizza in profondità l’argomento e offre tutti gli strumenti per capire chi può fare che cosa.

Molto utile è lo schema di REGOLAMENTO comunale per disciplinare il consumo sul posto negli esercizi commerciali.

Un Focus speciale descrive l’evoluzione della giurisprudenza sul tema dei SISTEMI DI CAPTAZIONE DEI FUMI DA COTTURA ALTERNATIVI ALLA CANNA FUMARIA. Non sempre è possibile installare un impianto con sfiato a tetto per smaltire i fumi: e allora, quali tecnologie utilizzare per poter comunque aprire un’attività? chi è interessato lo trova qui https://shop.wki.it/ebook/ebook-consumo-sul-posto-di-alimenti-e-bevande-tra-vendita-e-somministrazione-s750930/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: